International Cooperation

Part of Active and Healthy Living in the Digital World

Molte nazioni in tutto il mondo stanno affrontando sfide legate al cambiamento demografico e alla cura degli anziani. A parte le menomazioni legate all’età legate alla salute come condizioni di salute croniche, capacità cognitive in declino e crescente fragilità, le persone anziane corrono il rischio di affrontare situazioni che portano a una potenziale esclusione sociale e a una maggiore solitudine che pregiudica notevolmente la loro qualità di vita. Le soluzioni digitali hanno il potenziale per affrontare queste sfide e, in particolare, quelle volte a creare ambienti di vita intelligenti per le persone anziane. Tuttavia, è fondamentale garantire l’accettazione da parte dell’utente incorporando metodologie di progettazione incentrate sull’utente. La collaborazione e la cooperazione con i partner internazionali hanno il potenziale per migliorare le sinergie e l’innovazione. 

Con questo in mente, nel 2017 è stata istituita una cooperazione internazionale tra l’UE e il Giappone per promuovere ambienti di vita intelligenti per le persone anziane, finanziando due collaborazioni dedicate,  ACCRA  e  CARESSES , per razionalizzare gli sforzi regionali volti ad affrontare le sfide associate all’invecchiamento della popolazione e per il miglioramento delle condizioni di vita degli anziani. Il progetto e-VITA lanciato di recente   continua a rafforzare la cooperazione tra i partner europei e giapponesi sull’invecchiamento attivo e in buona salute con l’obiettivo di stabilire nuovi standard e politiche comuni da sfruttare e trasferire in Europa, Giappone e nel mondo. Infine, il Il progetto International Digital Health Cooperation for Preventive, Integrated, Independent and Inclusive Living (IDIH)  lavora per promuovere e aumentare la cooperazione internazionale per promuovere la salute digitale e l’invecchiamento attivo nell’UE, USA, Canada, Cina, Giappone e Corea del Sud. 

A livello globale, l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato il 2020-2030 un  decennio di invecchiamento in buona salute , con l’obiettivo di riunire governi, società civile, agenzie internazionali, professionisti, mondo accademico, media e settore privato per dieci anni di attività concertate, catalitiche e un’azione collaborativa per migliorare la vita degli anziani, delle loro famiglie e delle comunità in cui vivono. La pandemia di Covid-19 ha ulteriormente enfatizzato la necessità di tali azioni concertate e ha mostrato come le soluzioni di telemedicina, assistenza a distanza e robotica consentano la protezione del personale medico e aiutino i pazienti a essere assistiti a distanza a casa loro. 

Questa piattaforma mira a diffondere la conoscenza e l’esperienza correlate, nonché a promuovere lo scambio di migliori pratiche e la cooperazione per affrontare le sfide relative a una vita attiva e sana e all’invecchiamento con le tecnologie digitali a livello internazionale. Le parti interessate correlate da tutto il mondo sono invitate a unirsi e contribuire a questo dialogo. 

State Aid

Part of REGIO Peer-2-Peer Communities

Gruppo per professionisti dei fondi UE nelle autorità di gestione disposti a lavorare con i colleghi sugli aiuti di Stato in settori come l’energia, i trasporti, la RSI e le PMI.

Le norme sugli aiuti di Stato sono fondamentali per preservare un mercato interno funzionante ed efficiente. È essenziale che gli Stati membri rispettino le norme sugli aiuti di Stato nell’attuazione dei programmi finanziati dai Fondi strutturali e di investimento europei (SIE).

Orientamenti sugli aiuti di Stato nei fondi SIE Gli strumenti finanziari nel periodo di programmazione 2014-2020 forniscono spunti agli Stati membri su come applicare le norme sugli aiuti di Stato. Evidenzia inoltre diverse possibilità per ottenere la conformità agli aiuti di Stato.

La Comunità riunisce gli operatori dei Fondi dell’UE nelle autorità di gestione per discutere e condividere le esperienze del periodo di programmazione 2014-2020 e per esplorare nuove possibilità nel periodo di programmazione 2021-2027.

Documentazione e materiale si riferiscono agli aiuti di Stato in settori quali Energia, Trasporti, RSI e PMI.

eGovernment4EU

La Pubblica Amministrazione del 21° secolo

La strategia per il mercato unico digitale in Europa ha annunciato il lancio di un piano d’azione per l’eGovernment (“Piano d’azione”) per il periodo 2016-2020, che definisce la visione, i principi alla base e le priorità politiche.

Il piano d’azione si concentra su alcune azioni particolarmente impattanti che aiuteranno ad accelerare la trasformazione digitale del governo attraverso questi principi.

Tutte le azioni del piano d’azione per l’eGovernment 2016-2020 sono state completate. Le informazioni sulla loro implementazione sono disponibili nel dashboard delle azioni.

Hai idee o esigenze per la politica di governo digitale europea? Sentiti libero di condividerli con noi!

Urban Agenda for the EU

L’Agenda urbana per l’UE è stata lanciata nel maggio 2016 con il Patto di Amsterdam . Rappresenta un nuovo metodo di lavoro multilivello che promuove la cooperazione tra Stati membri, città, Commissione europea e altri soggetti interessati al fine di stimolare la crescita, la vivibilità e l’innovazione nelle città d’Europa e di identificare e affrontare con successo le sfide sociali.

Per visualizzare tutti i documenti chiave relativi all’Agenda urbana per l’UE, fare clic qui .

Guarda il video qui sotto per scoprire l’Agenda Urbana per l’UE:

Rete di punti focali di confine

Questa rete professionale online a livello dell’UE fa parte delle 10 misure proposte dalla comunicazione adottata della Commissione “Boosting Growth and Cohesion in EU Border Regions” che mira a evidenziare i modi in cui l’Europa può ridurre la complessità, la durata e i costi dell’interazione transfrontaliera e promuovere la messa in comune dei servizi lungo le frontiere interne dell’UE. 

Le azioni proposte si concentrano sul miglioramento della situazione competitiva e coesa delle regioni frontaliere, in particolare affrontando alcune delle barriere giuridiche e amministrative che attualmente ostacolano una più stretta cooperazione e interazione. Una “rete di punti focali di frontiera” composta da esperti della Commissione in questioni transfrontaliere coordinerà queste azioni e sosterrà le autorità nazionali e regionali nell’affrontare gli ostacoli legali e amministrativi alle frontiere.

Per facilitare questo processo e garantire che le buone pratiche siano condivise, questa rete professionale online fornisce a voi, come stakeholder di frontiera, una piattaforma per discutere e presentare problemi e soluzioni sui confini. L’obiettivo chiave della rete sarà creare una comunità di confine più forte a livello europeo. Anche la rete dei punti focali di frontiera utilizzerà questa piattaforma per impegnarsi pienamente con le parti interessate alle frontiere.

La comunicazione è il risultato di due anni di intensa ricerca e dialogo con le parti interessate alle frontiere, le autorità nazionali degli Stati membri e dei paesi partner e le autorità regionali/locali. Per ulteriori informazioni, visitare la pagina web di Inforegio . 

Come puoi contribuire?

Per garantire che questa comunità di “confine” rafforzi e approfondisca ulteriormente la cooperazione, abbiamo bisogno del tuo contributo. Incoraggiamo voi per avviare il dialogo, condividere le buone pratiche e scambiare le vostre esperienze quotidiane di interagire nelle regioni transfrontaliere. Questa piattaforma ti darà l’opportunità di imparare gli uni dagli altri ed essere aggiornato su ciò che accade dentro e fuori i confini dell’UE. 

NB : Se siete stati utilizzando la piattaforma Futurium prima, non via e che è stato migrato nel gennaio 2021. Se non siete stati in grado di trovare gli articoli che stavi cercando, si prega di utilizzare i tag sul lato destro dello schermo. Ti aiuteranno a filtrare la tua ricerca per tema

Come utilizzare i tag sulla piattaforma Border Focal Point Network?

Cerchi contenuti sulle opportunità di lavoro transfrontaliere? Che ne dici di informazioni sull’accesso all’assistenza sanitaria oltre confine? Attraverso la funzione ‘tag’, trovare articoli relativi a un argomento specifico è semplice.

I tag sono parole chiave legate ai temi di un articolo e forniscono un modo più mirato di ricerca dei contenuti sulla piattaforma Border Focal Point Network.

Per iniziare la ricerca attraverso i tag, apri una delle sezioni di categoria (B-Solutions, News, Events, Good Practices, Library) della piattaforma Border Focal Point Network e clicca sul tag pertinente sul lato destro della pagina. Il numero tra parentesi accanto al tag mostra il numero di post relativi a quella parola o frase. Si prega di vedere le immagini sottostanti che mostrano dove trovare i tag.

Se stai scrivendo un post, ti consigliamo di utilizzare i tag dal seguente elenco:

  • Prove e dati
  • EGovernment
  • Salute
  • Servizi di informazione
  • Trasporto
  • Multilinguismo
  • Occupazione
  • Formazione scolastica
  • Questioni istituzionali
  • B-soluzioni
  • Green Deal

Roadmap ACB

Parte delle Comunità Peer-2-Peer REGIO

Migliorare la buona governance rafforzando le capacità della Pubblica Amministrazione a livello locale, nazionale ed europeo è fondamentale per un uso efficace ed efficiente dei fondi dell’UE e per raggiungere la coesione territoriale ed economica come affermato nell’articolo 174 del TFUE.

Nel periodo di programmazione 2021-2027, la CE sta rafforzando il suo sostegno allo sviluppo delle capacità amministrative (ACB) fornendo a tutti gli Stati membri un kit di strumenti che può aiutarli a sviluppare tabelle di marcia per sviluppare le proprie capacità. Ciò faciliterà l’attuazione del programma e incoraggerà le buone pratiche.

Una tabella di marcia ACB è un documento strategico, volontario e flessibile che può includere tutti i tipi di azioni di rafforzamento delle capacità legate alla gestione e all’uso dei fondi SIE, combinando le opzioni di finanziamento ai sensi dei regolamenti dell’UE e le risorse nazionali.

La Roadmap Community di ACB riunirà professionisti come rappresentanti delle autorità di gestione, organismi intermedi e altre autorità di tutti gli Stati membri. I professionisti, che potrebbero aver già iniziato a lavorare sulle Roadmap ACB, lavoreranno presto su di esse o sono molto interessati all’argomento possono unirsi al gruppo e scambiare pratiche, conoscenze e approfondimenti sulla preparazione e lo sviluppo della Roadmap.

Se non sei già un membro del gruppo, fai clic sul pulsante “UNISCITI AL GRUPPO” per partecipare alla community e accedere a tutti i contenuti: eventi imminenti e passati, libreria, notizie e forum di discussione!