Rapporto: Gruppo di lavoro 3 del Consiglio per il commercio e la tecnologia UE-USA (catene di approvvigionamento sicure): evento di sensibilizzazione delle parti interessate dell’UE

Il 13 dicembre 2021, la DG TRADE, la DG GROW e la DG CNECT hanno ospitato un evento di sensibilizzazione delle parti interessate dell’UE sulla cooperazione UE-USA sulle catene di approvvigionamento sicure nell’ambito del gruppo di lavoro 3 del Consiglio per il commercio e la tecnologia (TTC). I partecipanti sono stati invitati a fornire i loro punti di vista e opinioni durante l’evento che, in linea con il comunicato della riunione ministeriale di Pittsburgh del 29 settembre 2021, si è concentrato sulle filiere dei semiconduttori, dei materiali critici, dei prodotti farmaceutici e dell’energia solare ( vedi agenda dettagliata ).

Per quanto riguarda i semiconduttori , è stato riconosciuto che la cooperazione UE-USA è fondamentale per affrontare le sfide esistenti lungo la catena di approvvigionamento che includono un’eccessiva concentrazione in Asia, restrizioni e divieti alle esportazioni da parte degli Stati Uniti, disposizioni sui requisiti locali negli appalti pubblici statunitensi ( BusinessEurope ) e capacità di wafer o problemi logistici recenti ( Broadcom ). Alcuni partecipanti hanno suggerito che sarebbe necessario concentrarsi sulla resilienza dell’intero ecosistema dei semiconduttori ( IPC , Broadcom ). L’ESIA ha espresso preoccupazione per la concorrenza leale e la parità di condizioni alla luce dei numerosi schemi di incentivi di paesi terzi. Il Consiglio tedesco per le relazioni estereha chiesto informazioni sulla legge CHIPS dell’UE e se avrebbe tenuto conto della cooperazione con gli Stati Uniti. Intel ha accolto favorevolmente le leggi sui chip degli Stati Uniti e dell’UE. La Joint European Disruptive Initiative ha sottolineato l’importanza di lavorare su standard comuni per i futuri chip. LIA/Better Finance ha affermato che il lavoro potrebbe considerare anche altri paesi come Taiwan.

I partecipanti hanno anche sottolineato che i mercati non dovrebbero essere regolamentati eccessivamente e che le aziende devono avere spazio per innovare ( BusinessEurope , Intel ). BusinessEurope ha segnalato la necessità di combinare politiche commerciali, industriali e digitali e l’importanza di cooperare con partner che la pensano allo stesso modo (ad esempio gli Stati Uniti), ricordando al contempo il rischio di creare sovraccapacità nel settore ( Broadcom ). Intel ha ricordato l’importanza di fornire supporto governativo per garantire una forza lavoro qualificata e concentrarsi sugli standard tecnologici, esprimendo al contempo la necessità di risultati rapidi. IPC ha suggerito che il TTC potrebbe esaminare problemi come il packaging avanzato.

Sui materiali critici , l’ Agenzia tedesca per le risorse minerarie ha suggerito la cooperazione UE-USA per promuovere la trasparenza lungo le catene di approvvigionamento dei diversi prodotti. Nella mappatura delle catene del valore, sarebbe utile identificare gli attori più importanti. Il TTC dovrebbe anche essere una piattaforma di discussione sui progetti comuni per promuovere la diversificazione. Attraverso investimenti in ricerca e sviluppo e creando un ambiente politico favorevole, l’estrazione e il riciclaggio di materiali critici potrebbero essere aumentati anche in Europa ( Swemin ). BusinessEurope ha chiesto se, per quanto riguarda le discussioni sul potenziamento di una maggiore estrazione e produzione, il TTC si concentrerà sull’UE e sugli Stati Uniti o anche su un possibile approvvigionamento da paesi terzi.

EUROALLIAGES, ricordando il probabile aumento della domanda di silicio nell’UE e negli Stati Uniti e la posizione dominante della Cina sui mercati globali, ha chiesto informazioni sulla possibilità di eliminare le tariffe UE e USA su questo input chiave e ha espresso il proprio sostegno alla cooperazione UE-USA per aumentare la produzione interna. L’ OCSE ha chiesto se ci sarebbediscussioni sulla cooperazione per garantire un approvvigionamento responsabile di materiali critici. La Joint European Disruptive Initiative ha evidenziato l’importanza di disporre di strumenti per rivalutare e adattare i piani d’azione sulle catene di approvvigionamento alla realtà economica e geopolitica in rapida evoluzione. 

Per quanto riguarda i prodotti farmaceutici , l’ EFPIA ha rilevato la natura globale delle catene di approvvigionamento e ha ricordato la necessità di mantenere aperti i flussi commerciali. L’ EFPIA ha anche sottolineato l’importanza di lavorare con partner che la pensano allo stesso modo e di discutere la razionalizzazione dei processi normativi, degli standard comuni e della ricerca. Ciò potrebbe essere ottenuto attraverso una più stretta cooperazione tra la FDA e l’EMA. L’EFPIA ha anche mostrato interesse a sapere come definire i farmaci critici. LIA/Better Finance ha evidenziato l’importanza degli investimenti transfrontalieri.

Sull’energia solare non ci sono stati interventi da parte delle parti interessate.

La DG TRADE, la DG GROW e la DG CNECT hanno ringraziato le parti interessate per la loro partecipazione e contributi. I partecipanti sono stati inoltre invitati a presentare le loro opinioni e opinioni per iscritto sul sito web di Futurium. I risultati delle discussioni ei post su Futurium saranno ulteriormente analizzati dalla Commissione Europea.

Il 17 dicembre 2021 la Commissione ha lanciato un invito alle parti interessate a esprimere pareri/proposte sulla cooperazione UE-USA nel gruppo di lavoro sulle catene di approvvigionamento sicure del Consiglio per il commercio e la tecnologia UE-USA (TTC WG 3): cfr. NOTIZIE sezione nella piattaforma Futurium TTC Working Group 3 . Le parti interessate sono incoraggiate a presentare le proprie opinioni e proposte entro il 14 gennaio 2022.