Legge di Bilancio 2022: guida ai Bonus Casa. Dal Superbonus 110% al Bonus Ristrutturazioni: la manovra finanziaria conferma anche per il 2022 i Bonus Casa. Ecco quali sono e tutte le novità

La Legge di Bilancio 2022 ha confermato alcuni dei più importanti Bonus Casa, ovvero le agevolazioni pensate per favorire la ripresa del settore edilizio nonchè la ristrutturazione e l’ammodernamento degli edifici italiani. La Legge è stata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale il 1° gennaio 2022 diventando, così, totalmente effettiva. Tra le principali notizie c’è la proroga del Superbonus, ma questa non è l’unica agevolazione che potrà essere richiesta nel 2022. Ecco quali sono i Bonus Casa, le novità rispetto al 2021, le scadenze e i requisiti da avere.

Tutto sul Superbonus 2022: novità, requisiti, scadenze

Nella Manovra Finanziaria non poteva mancare il Superbonus 110%, la principale agevolazione dedicata agli immobili, nata nel pieno della pandemia con il Decreto Ristori. Consente di avere un bonus del 110% su interventi trainanti e trainati dedicati alla ristrutturazione dell’immobile e al suo efficientamento energetico. Infatti, per ottenere l’aiuto economico, è necessario un salto di due classi energetiche. In Parlamento si è tanto discusso sul suo rinnovo, ma alla fine si è giunti ad alcune importanti conclusioni: l’agevolazione è stata prorogata per tutti, senza il tetto ISEE di 25 mila euro per le ville unifamiliari di cui tanto si era parlato.

Le scadenze sono differenti in base al soggetto che richiede il beneficio:

  • I condomini e le persone fisiche proprietarie e comproprietarie di edifici composti da 2 a 4 unità immobiliari potranno richiedere il Superbonus 110% fino al 2025. L’agevolazione però verrà ridotta gradualmente a partire dal 2023. In particolare, si passerà dal contributo del 110% fino al 31 dicembre 2023, al 70% fino a dicembre 2024 e al 65% per le spese sostenute successivamente e fino ai successivi quattro anni.
  • IACP ed enti simili dovranno sostenere le spese per il Superbonus 110% entro il 30 giugno 2023. Ma ci sarà tempo fino al 31 dicembre 2023 nel caso in cui al 30 giugno sia stato effettuato almeno il 60% di interventi previsti.
  • Le persone fisiche possono richiedere l’agevolazione per case indipendenti entro il 30 giugno 2022. Ma c’è la proroga al 31 dicembre 2022 per chi ha effettuato almeno il 30% dei lavori entro il 30 giugno 2022.
  • Associazioni e attività sportive dilettantistiche possono fare domanda entro il 30 giugno 2022.

Il Superbonus rimarrà invece del 110% fino al 2025 per gli immobili e gli edifici dei Comuni italiani colpiti da terremoto nel 2009.

Bonus Ristrutturazione 2022

Il Bonus Ristrutturazione ritorna nel 2022 e prevede un’aliquota del 50% sulle spese sostenute per ristrutturare l’immobile, fino ad un massimo di 48mila euro. Occorrerà registrare gli interventi all’interno di lavori più generali, ovvero quelli di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento dell’unità immobiliare.

Ecobonus e Bonus Ristrutturazione si possono richiedere fino al 31 dicembre 2024.

Bonus Mobili ed Elettrodomestici 2022

Un altro bonus confermato dalla Legge di Bilancio 2022 è quello dedicato alla sostituzione e all’acquisto di nuovi mobili ed elettrodomestici. Questi articoli si potranno acquistare con l’agevolazione solo per immobili oggetto di ristrutturazione. Rispetto al 2021 sono cambiati i tetti di spesa detraibile. Infatti, la nuova manovra prevede la detrazione del 50% delle spese sostenute che possono essere elargite, sotto forma di detrazione, in 10 rate annuali di pari importo. La spesa massima non è più 16mila euro ma 10mila euro nel 2022, mentre nel 2023 e 2024 diventerà di 5mila euro. Le spese sostenute nel trienni 2022-2024 devono essere rivolte a mobili ed elettrodomestici di classe A per i forni, almeno F per i frigoriferi e congelatori ed E per le lavatrici, le lavasciuga e le lavastoviglie. Si possono detrarre anche le spese di trasporto e montaggio.

Bonus Facciate 2022

Ritorna anche il Bonus Facciate, ma anche stavolta è ridimensionato. Infatti, la detrazione non sarà più del 90%, ma passerà al 60% delle spese sostenute per il rifacimento della superficie esterna degli edifici visibile dal suolo pubblico o strutture situate in zone ad alta densità urbanistica. Dal 2023 il Bonus Facciate sarà integrato nel Bonus Manutenzione, un’agevolazione che riguarda lavori per la casa più generali e che permetterà di avere una detrazione del 50%.

Bonus Infissi 2022

Il Bonus Infissi è legato all’Ecobonus, perciò la sostituzione degli infissi sarà agevolabile solo se migliorerà l’efficienza termica dell’abitazione. La detrazione del 50% si può richiedere per la sostituzione (non nuova installazione) di finestre, serramenti, ma anche porte-finestre, persiane, avvolgibili, tende da sole orientate a nord. Si può richiedere un rimborso fino a 60 mila euro per immobile, compresi interventi di muratura e altre prestazioni professionali.

Bonus Barriere Architettoniche 2022

Tra le novità dell’anno spicca il Bonus Barriere Architettoniche, che prevede una detrazione del 75% per rimuovere le barriere architettoniche in edifici di diverso tipo. Si potrà, quindi, usare per installare ascensori e montacarichi, soluzioni cruciali per rendere un edificio accessibile a disabili e chiunque abbia mobilità ridotta.

Queste sono le più importanti novità riguardanti i Bonus Casa 2022. Su Pagine Gialle Casa è possibile già scegliere il miglior professionista per riqualificare la propria abitazione, tra le tante opportunità spiccano le ditte di ristrutturazioni che, grazie ad un ampio ventaglio di competenze, possono inviare un preventivo personalizzato per ristrutturare casa e usufruire delle principali agevolazioni.

Lascia un commento